POSTURA E SISTEMA TONICO POSTURALE
Ottobre 15, 2020

IL MAL DI SCHIENA

IL MAL DI SCHIENA

Il mal di schiena è un sintomo molto comune, solitamente rappresenta un dolore episodico di breve durata (qualche giorno o qualche settimana) e si puo' risolvere spontaneamente.
Ma con il tempo, soprattutto se gli episodi iniziano a diventare piu' frequenti, puo' tendere a cronicizzarsi e a diventare un problema piu' importante; basti pensare che in Italia, il mal di schiena, è la causa principale di assenza dal lavoro per malattia, con numeri di impressionante impatto sociale ed economico.

Le zone principali dove il dolore si manifesta sono la zona cervicale (e allora parliamo di cervicalgia) e la zona lombare (lombalgia), talvolta invece, il dolore puo' essere a livello dorsale (dorsalgia).
Le cause che portano a questa problematica possono essere davvero moltissime, si puo 'andare davvero da cause banali a cause molto gravi. Infatti il dolore alla schiena deve essere visto come un segnale di allarme che il corpo ci dà che qualcosa non funziona nel modo corretto. La stragrande maggioranza delle volte pero' fortunatamente le cause sono da ricercare nelle dinamiche posturali, lavorative, carenze muscolari o ipertoni muscolari, gestione dello stress ecc ecc insomma tutte situazioni non gravi in assoluto anche se cio' non toglie che il disturbo possa essere anche molto invalidante o fastidioso.
E' bene sottolineare che anche le patologie discali (per esempio le ernie) o quelle articolari (artrosi ed osteofiti ad esempio) nella maggior parte dei casi sono la conseguenza di qualcos'altro: scompensi posturali, igiene lavorativa, sovraccarichi in palestra ecc ecc.
Dunque, per ogni mal di schiena, è fondamentale ricercare la o le reali cause che l'hanno determinato e lo mantengono.

TRATTAMENTO OSTEOPATICO NEL MAL DI SCHIENA

Compito dell'osteopata è ricercare le alterazioni di funzionalità che determinano il mal di schiena.
La valutazione posturale e la valutazione osteopatica faranno da guida per capire le priorità e impostare cosi' un trattamento adeguato; è importante indagare anche le abitudini quotidiane lavorative o sportive per esempio.
Nella valutazione posturale si cercherà di individuare la presenza di disarmonia posturale; o di recettori posturali alterati che portano poi ad ipertoni muscolari causa poi del dolore.
La valutazione osteopatica ricercherà poi alterazioni di mobilità di determinati segmenti articolari che possono concorrere al mantenimento del problema.
Molto importante è anche la valutazione della componente viscerale, per via di innervazioni corrispondenti e di collegamenti fasciali la parte viscerale comandata dal Sistema Nervoso Autonomo non di rado puo' essere la causa di un mal di schiena.
Un altro compito fondamentale che ci riguarda nel caso di un mal di schiena è quello di dare anche alla persona i mezzi per gestire la cronicità anche a casa (esercizi, eventualmente modifica posizione sul lavoro, invio ad altri professionisti per consulti alimentari ad esempio o anche psicologici ecc ecc.....).
E' ovvio che piu' il mal di schiena diventa cronico e piu' è difficile avere una risoluzione completa del problema; l'obiettivo primario dell'osteopata deve essere quello di ridurre il piu' possibile la quantità e l'intensità degli attacchi e questo è possibile solamente aumentando la capacità di adattamento della persona e quindi il suo livello di salute.

Comments are closed.